Capodanno a Teatro

images8NKABLHDCarissimi Amici e Amiche,

che ne dite, festeggiamo insieme il PRIMO giorno del 2018?
Stiamo preparando uno spettacolo a sorpresa proprio per voi!

Per quanto mi riguarda sarà un esperimento e per fortuna sono circondata da validissimi collaboratori: Alessandro Boncompagni che farà con me la regia, poi Alessandro Pelagatti e Filippo Costanti che mi hanno aiutato componendo musiche originali, Alessio Polletti ed Elena Benassai per le coreografie, e le stupende costumiste Patrizia Galletti e Debora Viciani, per non parlare dello staff trucco e parrucco con Cinzia Agolino e la sempreverde Silvia Cavalli.oscar-2017-670x280

Ma già vi sto svelando troppo! Doveva essere una totale SORPRESA…
Questo spettacolo dicevo è un esperimento, non vi dico il titolo e nemmeno di cosa si tratta, ma vi posso dare qualche indizio. Un primo indizio potrebbe essere “notte degli Oscar”.
viaggi nel tempo.pngUn secondo indizio “viaggiare nel tempo e nella storia”. Un terzo indizio … no, il terzo non ve lo scrivo, deducetelo dalle immagini di questo post.grandi guerrieri.jpg

Ma non vi aspettate una commedia, niente di classico, neanche un musical. Ve l’ho detto che sarà una cosa nuova per me.arezzo-mercato-antiquario.jpg

Abbiamo anche pensato di fare due turni: uno spettacolo di pomeriggio alle 16.30 e uno spettacolo la sera alle 21.30.
Il tutto al Teatro MECENATE di Arezzo.Arezzo.jpg

Arezzo è una ridente cittadina toscana, conosciuta come “Città dell’Oro” e famosissima anche per la sua “Giostra del Saracino” e per la “Chimera” e il “Mercato dell’Antiquariato”. Ma tanti sono i luoghi artistici e storici di grande bellezza che questa piccola città contiene, quasi fosse uno scrigno. Vi potrebbe piacere fare una passeggiata tra quelle stradine del centro e degustare le prelibatezze del luogo (eh sì, si mangia anche bene!).
Poi venite a Teatro e ci divertiamo insieme, cercando di tornare a casa con qualcosa in più. Le ricchezze infatti non solo solamente esteriori, anzi, direi che i tesori più grandi restano invisibili, ben custoditi nei nostri cuori.viaggio-nel-tempo.jpg

Bene, non mi resta che salutarvi augurandovi Buone Feste e tanta Felicità!

                                                                          Elisabetta Meacci

PS: dimenticavo la cosa più importante: prenotatevi telefonando a Fiorella 3357017578, prima possibile perché il teatro non ha molti posti… Grazie!

                                                                         A presto!!!

Perché dovrei frequentare “È Tempo di Teatro” ?

IMG-20150315-WA0015Vi è mai successo, almeno una volta, di voler essere un altra persona? Per un giorno abbandonare i panni della vita quotidiana ed essere un altro…. Magari risponderete ‘proprio mai!’ Oppure vi ricorderete di quando da piccoli giocavate ad essere una principessa, un grande calciatore, un astronauta… Ecco, pensate che c’è un posto dove una volta alla settimana potete abbandonare la maschera che indossate tutti i giorni e fare delle scoperte incredibili. IMG-20141102-WA0000
Potreste scoprire che con il corpo, la voce e l’utilizzo sapiente dello spazio si può entrare in un luogo magico dove la finzione diventa realtà. Una scena, un personaggio, una azione possono far vivere o rivivere una emozione, possono commuovere, far ridere alle lacrime, insomma possono far vivere sia all’attore che allo spettatore una condizione che muove l’anima.  Ma attenzione, tutto ciò non si improvvisa. Perché il teatro, che sappiamo bene ha radici antichissime e sacre, funziona solo se non si finge.
Ma, vi starete chiedendo, non è questo il luogo per eccellenza dove si gioca, dove si mette in scena la finzione? Un grande attore, uno dei più grandi attori italiani viventi, Gigi Proietti, un giorno ha detto: “Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso”. Una frase che racchiude l’essenza dell’arte teatrale, un’arte che “funziona” solo se l’attore in quel momento non interpreta un personaggio, non esprime uno stato d’animo, ma è quel personaggio e vive quello stato d’animo pienamente, pur non rimanendone schiavo. DSC_0163
Questo è il segreto che avevano ben capito nell’antico teatro greco e che è alla base del meccanismo della catarsi.  Per raggiungere questa maestria occorre mettersi in gioco e giocare,  farsi guidare in un viaggio affascinante dove attraverso le tecniche di recitazione, movimento, respirazione, ritmo e tante altre che scoprirete, si può tentare di realizzare questa magia che è la drammaturgia e la messa in scena di uno spettacolo teatrale. Quindi perché non provare?
Da quest’anno ci sono tre possibilità, in tre città differenti: Pistoia, Montevarchi ed Empoli, ma il team che condurrà il laboratorio è un unico gruppo di Amici che vi aspetta a braccia aperte per vivere insieme questa grande avventura.
Chissà se fate in tempo ad iscrivervi … siete ancora lì a pensarci sopra?
Io ci sarò, sono una dei “tutor”, e sarò ben felice di fare la vostra conoscenza!IMG-20160228-WA0009
VALENTINA PALMUCCI

Dettagli

photo_2017-11-18_15-05-33Il programma del laboratorio teatrale “È Tempo di Teatro” prevede anche qualche ora di lezione con la danzatrice e coreografa Elena Benassai. Non perché si pretenda dagli allievi di imparare la danza. L’obiettivo è ottenere una corretta postura che contribuisca allo sviluppo della presenza scenica dell’attore, imparare a muoversi armonicamente seguendo un ritmo musicale per ampliare la formazione dell’artista.
In altre parole, con semplici esercizi, adatti a tutti, si migliora l’atteggiamento del corpo, dal modo di camminare al modo di interpretare alcune scene, da come ci si siede a come si potenzia una espressione proprio grazie al movimento armonico.
Elena Benassai è la coreografa ufficiale della Compagnia Archeosofica, insieme ad Alessio Polletti, più specializzato per scene di combattimento e azioni atletiche.
Nel programma ci sono alcune ore anche con Alessio Polletti, che vi aiuterà a sciogliervi e fluidificare i movimenti, a prendere confidenza con scene specifiche, per esempio come si “cade” o “sviene” senza farsi veramente male, e altre cose del genere.
Nelle lezioni settimanali questi momenti dedicati ai movimenti del corpo saranno brevi, per dare ampio spazio allo studio della recitazione e ad altri esercizi. Proporremo poi delle giornate full immersion, e in quel caso la parte “ginnica” e “armonica” avrà più spazio di tempo.
10552364_10203799133532435_5910200632105093103_n